Marko Angeli "THE VOICE"

 

Marko Angeli "THE VOICE" : Un uomo semplice con la musica nel cuore, così si definisce Marko Angeli, nato a Trastevere nel cuore di Roma , sin da piccolo ha insita in lui la passione per la musica e più precisamente per il canto. Il percorso è comune ad altri ragazzi appassionati di musica, infatti, nel 1980 inizia a muovere i primi passi mettendo su una band “Conte Max” con il suo grande amico Massimiliano Tamanti, porta in giro per le varie case discografiche i provini da proporre per un’eventuale produzione, i due vengono puntualmente cacciati dalla porta, ma rientrano dalla finestra, ma non mollano, infatti nel 1989 la band “Conte Max” si classifica al primo posto nella categoria Gruppi al Festival degli sconosciuti di Ariccia, una manifestazione molto importante da dove sono emersi personaggi di grosso calibro come (Claudio Baglioni, Renato Zero, Rita Pavone e tanti altri) vengono prodotti per un anno da Rita Pavone e suo marito Teddy Reno. Nel 1990 arriva la grande occasione, partecipa con esito positivo con la sua band ai provini per una trasmissione televisiva molto importante, Granpremio (vedi torta in faccia a Pippo Baudo) in onda tutti i giovedì in prima serata e in diretta su RAI uno, in questa situazione incontrano un personaggio molto importante, Kico Fusco, cantante della storica formazione Schola Cantorum, un gruppo vocale che ha avuto molto successo negli anni 70, Kico è il cognato di Riccardo Cocciante e da li nasce un progetto di produzione discografica molto importante con la WEA, nota casa discografica a livello mondiale.

 

Un progetto discografico con collaborazioni davvero importanti (Riccardo Cocciante, Maurizio Dalla Rosa “fratello di Gianni Nazzaro”, Marco Luberti “è lui che ha scritto il testo di “Margherita” di Riccardo Cocciante e molti altri) tutto era perfetto per un lancio discografico incredibile, ma purtroppo a 12 ore dalla firma del contratto, tutto salta per la sostituzione del direttore artistico, Marco cade in una crisi profonda pensando seriamente di lasciare per sempre la Musica, infatti lascia la band Conte Max, ma come per magia dopo un mese arriva a Marco una telefonata bellissima, (ciao sono Tony Caruso, figlio di Pippo Caruso, mio papà ti ha sentito nella trasmissione di Pippo Baudo e con Sergio Bardotti hanno deciso che ti vogliono nel coro dei Vocalist della RAI), WOW non toccavo con i piedi a terra . . . altro che 3 metri sopra il cielo! Io ero molto più su. Da li è partito tutto, l’amicizia e la collaborazione che ancora oggi dura con Luigi Sbriccoli Fontana, figlio del grande Jimmy Fontana, Alex Baroni, Maria Grazia Fontana, Carmen Di Domenico che anche loro facevano parte dei vocalist della RAI, in quelle situazioni ha avuto la fortuna di conoscere e interfacciarsi con delle pietre miliari della musica Italiana (Gianni Morandi, Renato Zero, Claudio Baglioni, Antonello Venditti, Giorgia e molti altri, l’oppurtunità di conoscere anche personaggi internazionali (Gloria Gaynor, Burt Bacharach, Paul Simon, i Toto, i Cream etc…etc…) Oggi è un uomo felice ed appagato, anche se il suo nome non è scritto a caratteri cubitali, lui dice che è contento di quello che ha fatto, di quello che fa e che in futuro farà.

 Per concludere Marko dice di vivere di aria e di musica, la musica che ha e avrà per sempre nel suo cuore.



ZEROFOBIKA - RENATO ZERO TRIBUTE BAND - Copyright © 2016 - 2018 - Associazione culturale "Pino Cannizzaro" C.F. 91070730584

Edited by Work In House

Powered by MDS WEB
Download Freewww.bigtheme.net/joomla Joomla Templates Responsive